close


2 Mag 2020 | aggiornato il: 16 Giu 2020

Flos: il fiore che illumina il mondo

 

 

L’iconico brand italiano di illuminazione celebre per il design delle sue lampade visto in modo dettagliato attraverso la sua storia ed i grandi designer che lo hanno reso famoso. Conosciamo un po’ meglio Flos.
 

Che cos’è Flos

Flos è un’azienda italiana specializzata in illuminazione sia d’interno che d’esterno, nata a Merano negli anni sessanta, gli anni d’oro per il comparto dell’arredamento made in Italy.

 

L’azienda è nata dalla collaborazione di Dino Gavina e Cesare Cassina con Arturo Eisenkeil, che ha avuto il merito di aver importato dagli USA un nuovo materiale per il rivestimento. Così nel laboratorio di Merano prendono forma i prodotti di grande successo che finiranno anche esposti all’interno del MoMa di New York.

 

Tra i celebri designer che hanno collaborato al successo di Flos, ricordiamo i fratelli Pier Giacomo e Achille Castiglioni e Tobia Scarpa.

 

Una curiosità: il nome dell’azienda deriva dal latino e significa fiore.

 

Flos stupisce i suoi clienti non solo per l’illuminazione d’arredo di qualità made in Italy, per il design unico e contemporaneo, ma anche e soprattutto per l’utilizzo di materiali inesplorati e sino ad allora impensabili come quelli utili per gli imballaggi, tra cui, ad esempio, il cocoon.

 

Storia

Negli anni settanta comincia per Flos il periodo di espansione con l’acquisizione di Arteluce (i cui prodotti del designer Gino Sarfatti vengono inglobati nella collezione Flos), e le aperture in Germania.
Arriva anche il primo premio Compasso d’oro con la lampada a sospensione Parentesi di Achille Castiglioni e Pio Manzù, il più importante riconoscimento internazionale del settore.

 

Un decennio dopo Flos continua la sperimentazione di forme e materiali puntando su innovazione tecnologica ed estrema cura nella catena produttiva per i propri prodotti. Grazie a queste caratteristiche il designer Philippe Starck avvia con l’azienda di illuminazione una collaborazione duratura ed esclusiva che porterà i prodotti Flos a diventare veri e propri oggetti di culto.

 

La Flos negli anni novanta decide di creare una propria spin-off denominata Light Contract, una divisione aziendale dedicata alla produzione di prodotti professionali per gli spazi commerciali.

 

Professional Space

Con l’arrivo del nuovo millennio, Flos apre a Milano Professional Space, uno spazio dedicato ai professionisti, in cui designer ed architetti possono dare vita a sperimentazioni di luci ed illuminazioni scenografiche ambientandole in uno spazio reale e potendone subito testare l’effettiva efficacia.

 

Acquisizioni

Nel 2014 Flos viene acquisita per l’80% dal fondo di Andrea Bonomi Investindustrial.

 

Appena un anno dopo, l’azienda rileva la newyorkese Lukas Lighting e la brianzola Ares, azienda italiana specializzata in luci da esterno, dando a Flos la possibilità di ricoprire un nuovo settore merceologico fino ad allora inesplorato.

 

Nel 2017 è il momento dell’acquisizione di KKDC France, distributrice della KKDC, casa madre coreana produttrice di LED lineari per il settore dell’architettura.

 

Nasce così la nuova società Flos Project guidata da Brackenbury che era stato promotore dell’acquisizione della KKDC.

 

Design d’autore

Il mondo dei designer d’autore ha sempre visto di buon occhio l’azienda tanto da avviare con essa numerose collaborazioni passate alla storia.

 

Tantissimi son i designer che hanno collaborato e lavorano tutt’ora per Flos, tra i quali è doveroso menzionare:

  • Achille e Pier Giacomo Castiglioni;
  • Antonio Citterio, Tim Derhaag;
  • Piero Lissoni;
  • Jasper Morrison;
  • Marc Newson;
  • Tobia Scarpa;
  • Philippe Starck;
  • Rodolfo Dordoni;
  • Joris Laarman;
  • Laurene Leon Boym;
  • Konstantin Grcic;
  • Knud Holscher;
  • Patricia Urquiola;
  • Marcello Ziliani;
  • Marcel Wanders;
  • Sebastian Wrong.

 

Prodotti must

Tra i prodotti che hanno reso Flos un’icona di eleganza e di stile italiano nel mondo troviamo:

  • Arco, Toio, Taccia, Taraxacum S, Snoopy e Splügen Bräu realizzati dai fratelli Pier Giacomo e Achille Castiglioni;
  • Lampadina, Taraxacum 88 e Gibigiana di Achille Castiglioni;
  • Chiara di Mario Bellini (1967);
  • Biagio e Fantasma di Tobia Scarpa (1968);
  • Romeo Moon e Arà (1988) di Philippe Starck.

 

Le lampade Flos recensite su OggettiDiDesign

Se vuoi ancora curiosare, ecco alcuni modelli descritti su questo portale.

A sospensione

 

Da tavolo

 

 

Da terra

 

In Stile Moderno

 

In Stile Vintage

 

written by Ingrid

Se hai trovato utile questo articolo, lascia un like sulla

pagina Facebook di OggettiDiDesign!
ALTRI ARTICOLI
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ricevi aggiornamenti su tutti i nuovi prodotti

arrow_forward