close


19 Gen 2021 | aggiornato il: 19 Gen 2021

Come scegliere l’illuminazione giusta in casa?

Scegliere l’illuminazione giusta per la casa non significa avere una luce uniforme. Una luce uguale in tutte le stanze renderà la casa fredda e poco accogliente. Ogni ambiente della casa ha le sue caratteristiche e le sue esigenze, anche in fatto di luce. Poi, ci sono delle regole da seguire.

 

Oggi non si possono più usare le lampade a incandescenza e si utilizzano le lampade a LED, per ridurre anche i consumi. Questo è solo un esempio di quelli che sono i cambiamenti in tema di illuminazione. Come fare per scegliere l’illuminazione giusta per la casa e quali sono le regole a cui fare attenzione quando parliamo di Come scegliere l’illuminazione giusta in casa??

 

Illuminazione giusta in casa: regole da seguire

Per illuminare bene la casa, ci sono regole e consigli da seguire. Ci sono delle regole generali che si applicano a tutta la casa e delle regole, che, invece, dipendono dall’ambiente che vuoi illuminare. Quali sono?

 

Progetta la tua illuminazione

Anche se spesso viene sottovalutata, la progettazione è importante per non sbagliare. Poi, permette di capire anche quali saranno i costi dell’illuminazione, quante lampade servono, con quali caratteristiche, chi deve essere il fornitore, quanto tempo ci vorrà per avere l’illuminazione che si vuole, ecc.

 

La progettazione si deve fare con una persona qualificata e, se c’è un risparmio energetico, si deve valutare la presenza di eventuali incentivi in tal senso. Il progetto deve anche indicare chiaramente quanto si potrà risparmiare in un anno in bolletta una volta che sarà ultimato e quando si ammortizzeranno i costi.

 

Illumina a strati

L’illuminazione a strati è un tipo di illuminazione che permette di accendere solo le luci necessarie. Ci riesce in due modi:

 

  • posizionando le lampade in punti strategici;
  • facendo in modo che le lampade si accendano in base alla luce solare. Ci sono due modi per poterlo fare:
    • utilizzare lampade collegate a un impianto domotico, che calibra la luce in base al sensore verso l’esterno;
    • inserire delle lampade che la persona accenderà solo in base alle esigenze di quel momento.

 

L’illuminazione a strati è tipica dei soggiorni, dei salotti o dove ci sono stanze che hanno più funzioni.

 

Questa modalità si chiama anche illuminazione su più livelli perché cambia il livello dove si appoggiano le lampade in altezza. Il livello 0 o 1 riguarderà lampade da comodino, il 2 quelle a sospensione o da parete e il 3-4 lampadari o elementi simili.

 

Questo tipo di illuminazione ha il vantaggio di ridurre i costi in bolletta e garantisce anche un costo ridotto quando si acquistano le lampade, perché si fa un unico ordine.

 

 

Scegli elementi visibili, ma non invadenti

Le lampade e gli accessori per l’illuminazione devono essere in armonia con l’ambiente. Così, è importante scegliere elementi che siano visibili, ma non troppo invadenti. La visibilità dell’elemento serve per eventuali controlli, ma anche per trovare subito le modalità di accensione o spegnimento quando serve.

 

Avere oggetti non ingombranti, che non occupano tutto lo spazio visivo, renderà la casa più accogliente e darà spazio a quello che conta davvero: l’atmosfera che si respira in casa ogni giorno. Se ci sono persone alte in casa, conviene usare lampadari che sono attaccati più vicini al muro, proprio per rendere tutto più leggero.

 

Verifica le caratteristiche tecniche di lampade e accessori

Le caratteristiche da non sottovalutare sono anche quelle di design. Basta poco per trasformare una lampada funzionale, ma non perfetta, in un pugno nell’occhio nel tuo arredamento! Così, conviene pensare prima dell’acquisto a dove inserirla e, se ci sono diversi colori a disposizione, qual è il colore giusto per la tua casa. Questo non vale solo per le lampade. Vale anche per interruttori, bottoni e tutto ciò che serve per illuminare la tua casa al meglio!

 

Rendi la stanza più luminosità

Per rendere la stanza più luminosa, oltre a scegliere la lampada giusta, devi fare attenzione a quello che può cambiare la tua percezione quando entri o ti trovi in una stanza. I colori predominanti nella stanza devono essere panna, bianco o beige. Così, la luce potrà regalare una luminosità maggiore.

 

Gli specchi hanno la possibilità di amplificare l’ambiente e rendono la stanza più luminosa e ampia. I giochi di riflessi, con la giusta illuminazione, danno la giusta atmosfera in una stanza. Mettere troppi mobili non aiuta a rendere la stanza accogliente, anzi. Più ne metti e meno ci sarà spazio per te. Anche l’illuminazione, colpendo un gran numero di superfici diverse, ne risente.

 

Scegli un arredamento semplice e funzionale, che sia necessario per la stanza, ma che non diventi un peso nel tempo. Ogni angolo della stanza deve essere illuminato nel punto giusto. Non creare angoli bui anche quando la luce è accesa.

 

Come scegliere l’illuminazione giusta in casa per ambiente

Nella progettazione per la tua casa, dovresti valutare anche le differenze tra un ambiente e l’altro. La cucina ha una funzione diversa dal bagno. Deve avere un’illuminazione diversa. Come fare per regalare l’illuminazione giusta per ogni ambiente della casa? Ecco qualche consiglio utile.

 

Scegliere illuminazione cucina per la giusta atmosfera

Le lampade per la cucina devono essere accese per gran parte della giornata. Così, conviene usare lampade a risparmio energetico. In più, l’illuminazione a strati garantisce un minor spreco di energia. Oggi la cucina ha una funzione anche di living. Anche chi ha una cucina piccola può pensare di invitare un ospite, o di regalarsi un tocco di design.

 

L’illuminazione risponde a questa esigenza con forme che ricordano l’arredamento della stanza. Hai scelto una cucina minimal per la tua casa? Allora perché non usare lo stesso stile per le lampade? L’illuminazione, però, non deve essere mai fredda, ma calda e accogliente.

 

Scegliere illuminazione bagno: come fare?

Le lampade per il bagno sono importanti al bisogno. Il bagno non deve essere illuminato a giorno tutto il giorno, ma deve avere una luce chiara e netta per poter definire i dettagli di una rasatura o di un make up elaborato.

 

Le lampade devono essere diverse, calde e soffuse, posizionate in angoli strategici, ma pronte anche a regalare un po’ di relax quando fai il bagno. Le migliori per ottenere questi risultati sono quelle a sospensione, inserite sopra al lavabo, oppure sopra alla doccia o al bagno.

 

La cosa importante, anche per rispettare le normative di sicurezza è tenere la fonte di illuminazione ben lontana dall’acqua. Anche il design minimal di alcune strutture per l’illuminazione, come le strisce a Led, può aiutare in mancanza di spazio.

 

Scegliere illuminazione soggiorno per accogliere gli ospiti

Per il soggiorno, conviene usare un’illuminazione a strati che sia lontana dagli apparecchi elettronici (come Pc o Tv) e mai usare un’illuminazione centralizzata. Può essere utile, però, usare delle lampade più importanti per dare risalto ai mobili o per dare un elemento caratterizzante alla stanza.

 

Nei soggiorni moderni, ci sono le luci d’atmosfera. Sono delle piccole lampade che non servono a illuminare cose e persone, ma per evitare il formarsi di angoli bui e creare la giusta atmosfera per uno degli ambienti più utilizzati della casa.

 

Scegliere illuminazione salotto per attimi di relax

Se, oltre al soggiorno o in sostituzione di questo, c’è un piccolo salotto, si può utilizzare come angolo di relax per i padroni di casa e gli ospiti. L’illuminazione sarà calda e modulata in base alla luce solare.

 

Così, non sarà mai troppo forte e aiuterà a rendere più prezioso l’ambiente circostanze. Per ottenere questo risultato, si possono usare lampade che hanno anche accessori in vetro.

 

Per la camera da letto

Le lampade per la camera da letto sono molto diverse tra loro. Ci sono le eleganti abat-jour da comodino, ideali per conciliare il sonno. Poi, ci sono i faretti, per vedere un film insieme. Infine, c’è il lampadario, per un’illuminazione importante, ma non forte come può esserci in cucina o in soggiorno.

 

Le lampade di nuova concezione per la camera da letto si possono trovare anche come applique, per non appesantire l’ambiente. Le lampade non devono essere tante, ma funzionali per creare l’atmosfera giusta.

 

Per la cameretta bimbi

Per la cameretta dei bambini, si possono usare le lampade a sospensione. Le lampade devono essere lontane dai bambini, in modo che non si facciano male, soprattutto se sono molto piccoli.

 

Se sono un po’ più grandi (dalla seconda elementare in poi), si possono trovare lampade che rappresentano i personaggi preferiti. Per divertirli e per conciliare il sonno se hanno paura del buio, si possono provare le lampade che proiettano stelle o immagini tranquillizzanti per il piccolo.

 

Come illuminare lo studio

Le lampade per l’ufficio dovrebbero aiutare a concentrarsi e a evitare i danni causati dalla luce blu. Così, si consigliano lampade che hanno dai 3000K ai 4000K. L’illuminazione è importante per rilassarsi, anche quando si lavora.

 

Ci sono elementi per la scrivania, ma anche faretti, lampade da terra e soluzioni per lampadari ed elementi simili. Lo studio avrà così l’illuminazione migliore per l’utilizzo quotidiano!

 

written by Redazione

Se hai trovato utile questo articolo, lascia un like sulla

pagina Facebook di OggettiDiDesign!
ALTRI ARTICOLI
chevron_left
chevron_right
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ricevi aggiornamenti su tutti i nuovi prodotti

arrow_forward