close
chevron_left
chevron_right
Esempio sedia per ufficio modello barcelona
esempio sedia di design con dettaglio seduta
sedia bianca
Sedie 11 Mag 2020 | aggiornato il: 5 Giu 2020

Sedie di designer famosi: le 5 migliori idee per l’ufficio

 

 

Ambienti come sale, uffici o studi di un certo prestigio possono (e in certi casi devono) comunicare il loro status anche attraverso il mobilio che li circonda.

 

Le 5 soluzioni per l’ufficio (e per i contesti formali) dei grandi designer

Ufficio, sale d’aspetto e meeting room: ogni spazio formale ha necessità di esprimere la personalità del brand (anche e soprattutto se si tratta di personal brand).

 

Ecco perché scegliere la giusta sedia da inserire nel contesto può essere il modo migliore non solo per mostrare una discreta forza economica, ma anche per sottintendere gusto, conoscenza dell’arte ed elegante accoglienza.

 

Queste sono cinque proposte per l’ufficio da non sottovalutare.

 

1. Catwalk di Philippe Starck con Sergio Schito per Kartell

Philippe Starck, con Sergio Schito, ha firmato Catwalk sedia in policarbonato per Kartell.

Kartell 5818/07 Catwalk Sedia, Policarbonato, 53x81x54,5 cm, Set...
  • Made in Italy
  • Designed by Philippe Starck con Sergio Schito
  • Larghezza x Profondità x Altezza: 53x81x54,5 cm; Altezza Seduta: 46 cm; Peso Unitario: 4.8 kg

Ancora una volta si parla del maestro del design: Starck. Tra i massimi esperti del design e grandi punti saldi del settore, collabora con grande profitto da svariati anni con l’azienda italiana Kartell.

 

Catwalk è una sedia leggera ed elegante, ma se la si guardasse per i suoi soli elementi fondamentali sembrerebbe non differire molto da una sedia regolare. La seduta in questione fa parte anche lei della collezione Generic di Starck per Kartell. In questo caso però le linee filiformi lasciano lo spazio a dimensioni più massicce, forme robuste e che si fanno maggiormente notare rispetto a quella suggerita per la casa. Ecco perché è un prodotto perfetto per meeting room e sale d’attesa: è semplice ma con quel tocco distintivo da non sottovalutare.

 

2. Maui di Vico Magistretti per Kartell

Con Maui, Vico Magistretti firma per la maison Kartell una sedia elegante, lineare e perfetta per un ambiente sterile e professionale.

Kartell Maui Sedia da Ufficio, Grigio Chiaro, Set da 2
  • Design: Vico Magistretti, 1996
  • Struttura: acciaio cromato; scocca: polipropilene colorato in massa
  • Dimensioni: 55 x 52 x 77 cm

La mente che ha ideato la sedia è un punto saldo dell’architettura e del design italiano, vincitore di tre premi Compasso d’oro tra gli anni Sessanta e i Novanta. Una delle frasi più note di Vico Magistretti è stata: «Le rotaie del tram sono design» e per lui è istituito un museo proprio nello studio milanese in cui ha lavorato, grazie alla collaborazione tra parenti di Magistretti e la Triennale Design Museum di Milano.

 

Nel 1996 Magistretti realizza questo incontro tra acciaio cromato e polipropilene colorato in massa con la sedia Maui. Una collezione di sedie curate e pratiche, con una famiglia ricca di varianti cromatiche. Ideali per spazi collettivi come le sale d’attesa e per aree relax o ambienti di lavoro più informali.

 

3. La Diamond di Harry Bertoia ripresa da A:R. Design

A:R. Design ha realizzato una riedizione della poltrona Diamond di Harry Bertoia datata 1950.

POLTRONA DIAMOND. RIEDIZIONE BY HARRY BERTOIA
  • Oggetto design
  • Acciaio cromato
  • Cuscino In PU . nero

Harry, nato Arieto, Bertoia è stato un altro scultore e caposaldo del designer, italiano ma espatriato con la famiglia e naturalizzato statunitense. Arieto insegue il suo sogno con grandi fatiche e ristrettezze, vive con il fratello Oreste con 20 dollari alla settimana. Grazie anche al fratello che si sacrifica per entrambi riesce a entrare alla Cranbrook Academy of Arts Bloomfield Hills nel Michigan, ancora oggi caposaldo per artisti e architetti di grande talento.

 

Negli anni acquista sempre più successo e la Diamond degli anni Cinquanta è una delle tappe fondamentali della sua vita: l’apoteosi dello stile Contemporary. Un prodotto essenziale, semplice e molto leggero (in linea con le idee del tempo) immesso sul mercato dalla Knoll nel dicembre 1952.

 

La rivisitazione di A:R. Design riprende le forme di Bertoia e le sue linee leggerissime. La maestria di questo artista è espressa perfettamente nella modellazione della sedia: è una seduta ma per come è stata modellata sembra una scultura avanguardista. È in ferro senza fronzoli, indubbiamente di grande eleganza. Un prodotto interessante per ogni studio che vuole avere un tono provocatorio e moderno.

 

4. Miss Less, di Philippe Starck per Kartell

Philippe Starck nel 2012 firma Miss Less: seduta in tecnopolimero termoplastico colorato in massa e schienale policarbonato.

Offerta
Kartell, Miss Less, Sedia, Bianco (Bianco/Trasparente), 42 x 85 x...
  • Dimensioni: 42 x 84 x 54 cm
  • Materiale seduta: Tecnopolimero termoplastico colorato in massa. Schienale: Policarbonato
  • Designer: Philippe Starck, 2012

Tra design e scultura quest’opera di Starck è un pezzo distintivo per ogni ufficio. Il sedile richiama la potenza di un blocco primitivo, forme e riferimenti a un contesto solido, potente, eppure non troppo invadente per l’occhio. Un pezzo di mobilio fuori dalle classiche idee di sedute, con una grande varietà di colori che possono risultare affascinanti e d’impatto per l’ufficio.

 

5. Barcelona di Ludwig Mies van der Rohe e Lilly Reich ripresa da OldF

La Sedia Lounge stile Barcelona di OldF è tra le più iconiche sedute tu possa inserire in uno studio.

OldFe Sedia Lounge in Pelle PU in Stile Mid Century Barcellona...
  • SEDIA DEL SALOTTO - Capacità di carico: 176 libbre; Altezza della sedia: 4 "; Spessore cuscino: 3,9";...
  •   STABILE E DUREVOLE - La chaise longue adotta materiali di alta qualità: pelle PU premium, schiuma ad...
  •     CONFORTEVOLE - Design monoposto con poggiapiedi, schienale ergonomico con cuscinetti imbottiti....

Ludwig Mies van der Rohe è il maestro del movimento moderno, caposaldo del Novecento insieme ad Alvar Aalto, Walter Gropius, Le Corbusier e Frank Lloyd Wright. Lilly Reich è anche lei un punto saldo del mondo del design, tra le massime menti della Bauhaus, in cui ha anche lavorato come docente. Spesso è meno conosciuta nel settore perché messa in secondo piano dal marito, van der Rohe.

 

La poltrona è il perfetto esempio di come si volesse adattare forme antiche ad un’epoca moderna. Tanto per iniziare il nome deriva dalla sua prima sede di esposizione: era stata mostrata all’Esposizione universale di Barcellona del 1929 nel padiglione tedesco. Forse ora questo non è un elemento di grande impatto, ma allora voleva dire: il piedistallo per eccellenza per la modernità.

 

In un periodo in cui le notizie non viaggiavano veloci come una connessione internet, dove Google non poteva dirti What’s New, quello era lo strumento per scoprire cosa fosse profondamente innovativo. Del resto, in quelle esposizioni erano sorte la Torre Eiffel e il Crystal Palace.

 

La sedia in questione è fedelissima al progetto originale, con la pelle PU di qualità, con schiuma ad alta densità, design trapuntato e una robusta struttura in acciaio inossidabile. La poltrona Barcelona è un’icona del design, ma anche del motto “less is more” di Mies van der Rohe. Puro comfort, semplicità e funzionalità per uno studio senza precedenti!

 

Dopo questa carrellata di prodotti hai l’imbarazzo della scelta! Se però volessi dare un’occhiata ad alcune sedute per la casa firmate da grandi designer puoi fare un salto su questo articolo.

written by Redazione

Se hai trovato utile questo articolo, lascia un like sulla

pagina Facebook di OggettiDiDesign!
ALTRI PRODOTTI
chevron_left
chevron_right
CATEGORIE
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ricevi aggiornamenti su tutti i nuovi prodotti

arrow_forward